Coronavirus

30 Aprile 2020

Fase 2: ordinanza del Sindaco n. 59 del 30 aprile 2020

IL SINDACO

Visto il  D.P.C.M. del 01 – 04 –  08 – 09 – 11 – 22 marzo 2020, del 01 – 10 e 26 aprile 2020;

Visto l’Ordinanza  del Presidente della Giunta Regionale n. 214 del 28/04/2020;

 

Considerato che  occorre disciplinare il riavvio di talune attività imprenditoriali nel rispetto del D.P.C.M. 26 aprile 2020 e con l’osservanza dell’Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale n. 214 del 28/04/2020,  nel quadro del contenimento del contagio del virus COVID-19 ed al fine di garantire l’incolumità pubblica, la sicurezza urbana, e i controlli previsti dalla legge;

Dato atto che per il riavvio delle attività economiche, in data 29/04/2020 si è tenuto la riunione del C.O.C. dove sono state affrontate  e discusse  le modalità inerente il riavvio delle attività economiche e che in data 30/04/2020 in video conferenza questo Ente ha partecipato ad una riuniuone indetta dal Prefetto di Taranto per la discussione delle analoghe tematiche;

 

Ritenuto di dover disciplinare con il presente atto  con decorrenza 02 maggio – 17 maggio 2020:

  • il riavvio delle attività economiche e nel contempo assicurare il rispetto delle misure di prevenzione contro il contagio di COVID-19;
  • procrastinare il divieto di accesso a pinete, giardini e parchi (Cave di Fantiano, Pineta Frantella, aree Fitness ecc.) e ogni altro luogo assimilabile;
  • il divieto di svolgimento del commercio ambulante in forma itinerante in quanto attività commerciale non ricompresa nell’allegato 1 del DPCM 26 aprile;
  • la riapertura del Cimitero Comunale chiuso con Ordinanza Sindacale n. 51 del 21/03/2020;

Per tutto quanto richiamato, considerato e visto;

Visto l’art. 50 del  TUEL, approvato con D:Lgs. 267 del 18/08/2000,

ORDINA

con decorrenza 02 maggio 2020 – 17 maggio 2020 l’apertura  al pubblico delle sottonotate attività insistenti nel territorio comunale, con l’osservanza delle Misure igienico sanitarie  previste nell’allegato 4 e nel rispetto delle Misure igienico sanitarie per gli esercizi commerciali previsti nell’allegato 5 del citato D.P.C.M. 26 aprile 2020 :

  1. agli esercizi commerciali ricompresi nell’Allegato 1 del D.P.C.M. 26 aprile 2020, ivi compreso i distributori automatici H/24, le farmacie e parafarmacie il rispetto dei  seguenti orari:
  • dal lunedì al sabato: dalle ore 07,00 alle ore 20,00 con facoltà di orario continuato;
  • domenica e festività infrasettimanali chiusura al pubblico, ad eccezione delle attività di vendita di fiori e piante per la sola domenica del 10 maggio 2020 per la  ricorrenza della “Festa della Mamma”  e  delle farmacie in caso di  turnazione festiva;

1/a.  Ai Bar, Pasticcerie, Gelaterie –, per il solo servizio di asporto  l’apertura in tutti i giorni della settimana con l’osservanza dei seguenti orari: dalle ore 04,30  alle ore 14,30 e dalle ore 17,00 alle ore 20,00;

1/b. Ai Ristoranti, Pizzerie, Paninoteche, Rosticcerie, Pub, Vinerie e similari- l’apertura in tutti i giorni della settimana  con l’osservanza dei seguenti orari: dalle ore 11,00  alle ore 22,00 per il servizio di asporto  e fino alle ore  24,00 per il servizio di consegna a domicilio .

Dalle ore 00,00 alle ore 04,30 i suddettì esercizi  dovranno obbligatoriamente restare chiusi.

 

ORDINA  ALTRESì

con decorrenza 02 maggio 2020 – 17 maggio 2020

  • la riapertura del cimitero comunale  interdetto con Ordinanza Sindacale n. 51 del 21/03/2020 con ingresso scaglionato di n. massimo di 50 cittadini per volta con visita ai propri defunti nell’arco orario di 20 minuti. Si precisa che sarà consentito l’accesso ad un solo componente familiare per volta.  Il flusso dovrà essere gestito con unità ausiliarie di Protezione Civile al fine di evitare assembramento dei visitatori e il rispetto della distanza tra loro di almento un metro, con l’obbligo di utilizzo  di mascherine e guanti;
  • il divieto di svolgimento del commercio ambulante in forma itinerante in quanto attività commerciale non ricompresa nell’allegato 1 del DPCM 26 aprile.
  • al fine di agevolare lo svolgimento delle attività economiche ubicate nel centro storico, la sospensione dell’Ordinanza del Responsabile del Settore Polizia Locale n. 204 del 23/09/2019  di istituzione della zona Z.T.L.  sino alle ore 24,00 del  17 maggio 2020.

 

AVVERTE

che l’inottemperanza della presente ordinanza comporta la sanzione amministrativa pecuniaria da 400 euro a 3.000 euro ai sensi dell’art. 4 del D.L. 25.03.2020, n. 19, oltre la responsabilità penale ex art. 650 c.p. o altra fattispecie che dovesse ravvisarsi da parte dell’Autorità giudiziaria a cui saranno denunciati i responsabili delle violazioni.

DISPONE

che la presente ordinanza venga pubblicata  sul sito istituzionale del Comune di Grottaglie e trasmessa per opportuna conoscenza a:

  • Prefettura di Taranto Settore Protezione Civile e Difesa Civile;
  • Questore della provincia di Taranto;
  • Comando provinciale dei Carabinieri;
  • Comando provinciale della Guardia di Finanza
  • Presidente della Giunta Regionale;
  • Servizio RegionaleProtezione Civile;

DEMANDA

al Commissariato di P.S. di Grottaglie, alla Stazione Carabinieri di Grottaglie e al Comando di Polizia Locale la vigilanza sulla esecuzione del presente provvedimento e gli atti conseguenziali.

Avverso la presente Ordinanza Sindacale è ammesso il ricorso al TAR Puglia entro 60 giorni ovverio, in alternativa, ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro il termine di 120 (centoventi) giorni, decorrenti dalla scadenza del termine di pubblicazione all’Albo Pretorio.

Dispone la più ampia diffusione attraverso la pubblicazione sul sito web del Comune di Grottaglie.

 

Addì  30  aprile  2020

Il Sindaco

 

ALLEGATO: Ordinanza n. 59 del 30_4_2020

Segreteria Gabinetto Ufficio del Sindaco

Fase 2: ordinanza del Sindaco n. 59 del 30 aprile 2020

Ultimi articoli

Coronavirus 24 Giugno 2021

GRADUATORIA DEI BENEFICIARI BUONI SPESA

ELENCO DEI BENEFICIARI BUONI SPESA CONNESSI ALL’ORDINANZA N.

News 17 Giugno 2021

Rigenerazione urbana: il Comune di Grottaglie candida progetti per 4 milioni di euro

Ci sono i lavori di rifacimento, sistemazione, riqualificazione dell’arredo urbano e l’abbattimento delle barriere architettoniche di Piazza IV Novembre, via Partigiani caduti, via Ennio, via Martiri d’Ungheria e viale Matteotti.

torna all'inizio del contenuto