Coronavirus

29 Maggio 2020

Ordinanza del Sindaco n. 82 del 29 maggio 2020. Emergenza Covid-19. Misure di contenimento del rischio di assembramenti e tutela del decoro delle aree pubbliche.

IMPORTANTE: Per mero errore di trascrizione l’ordinanza n. 81 del 29 maggio 2020 è stata rettificata dall’ordinanza n. 82 del 29 maggio 2020 nella sola parte relativa alla decorrenza e ai tempi di efficacia dello stesso provvedimento. 

IL SINDACO

Vista la delibera del Consiglio dei Ministri del 31/01/2020, con la quale è stato dichiarato, per sei mesi, lo stato di emergenza sul territorio nazionale relativo al rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili;

Visto il Decreto Legge 23/02/2020, n. 6, recante “Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19” che, tra l’altro dispone, che le autorità competenti hanno facoltà di adottare ulteriori misure di contenimento al fine di prevenire la diffusione dell’epidemia da Covid-19;

Visti i  D.P.C.M. del 01 – 04 –  08 – 09 – 11 – 22 marzo 2020, del 01 – 10 e 26 aprile 2020;

Visto l’Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale n. 226 del 07 maggio 2020;

Visto il Decreto Legge n. 33 del 16 maggio 2020;

Visto il D.P.C.M. del 17/05/2020;

Vista l’Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale n. 237 del 17 maggio 2020;

Viste le  Ordinanze Sindacali n.  70 del 15/05/2020,  n. 71 del 18/05/2020 e n. 74 del 21/05/2020 recanti, tra gli altri, la regolazione  delle attività commerciali alla luce del D.P.C.M. del 17/05/2020 e delle Linee Guida allegate all’Ordinaza del Presidente della Giunta Regionale n. 237 del 17 maggio 2020;

RICHIAMATA l’Ordinanza sindacale n. 81 del 29 maggio 2020, prot. n.  14342  avente ad oggetto: Emergenza Covid-19. Misure di contenimento del rischio di assembramenti e tutela del decoro delle aree pubbliche  ed in particolare il primo punto del dispositivo che così recita:

di stabilire, con effetto immediato e sino al 15/06/2020, salvo successive revoche o rinnovi in considerazione dell’evolversi della diffusione epidemiologica del virus Covid-19:

  1. a) nei giorni feriali e festivi, a partire dalle ore 22,00 e sino alle ore 07,00, il divieto posto a carico degli esercizi di cui all’art. 1 lett. ee) del D.P.C.M. del 17/05/2020 (servizi di ristorazione, tra cui “bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie” e, più in generale, di tutti gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, compresi i distributori automatici, di vendita di bevande per asporto, sia in forma fissa che in forma ambulante, rimanendo, invece, consentita, nel rispetto delle misure di sicurezza attualmente vigenti, la consumazione di bevande:

– solo all’interno dei pubblici esercizi in sede fissa;

– e all’esterno degli stessi, nelle aree in concessione esclusivamente con servizio al tavolo;

  1. b) nei giorni feriali e festivi, a partire dalle ore 22,00 fino alle ore 07,00, il divieto di consumare bevande su area pubblica o privata ad uso pubblico, compresi parchi, giardini e ville aperte al pubblico”.

RITENUTO di dover  procedere alla rettifica del suddetto dispositivo  nella sola parte relativa alla decorrenza e ai tempi di efficacia dello stesso provvedimento come  in appresso riportato:

di stabilire, con effetto dal 30 maggio 2020 e sino al 31/12/2020, salvo successive revoche o rinnovi in considerazione dell’evolversi della diffusione epidemiologica del virus Covid-19:

  1. a) nei giorni feriali e festivi, a partire dalle ore 22,00 e sino alle ore 07,00, il divieto posto a carico degli esercizi di cui all’art. 1 lett. ee) del D.P.C.M. del 17/05/2020 (servizi di ristorazione, tra cui “bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie” e, più in generale, di tutti gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, compresi i distributori automatici, di vendita di bevande per asporto, sia in forma fissa che in forma ambulante, rimanendo, invece, consentita, nel rispetto delle misure di sicurezza attualmente vigenti, la consumazione di bevande:

– solo all’interno dei pubblici esercizi in sede fissa;

– e all’esterno degli stessi, nelle aree in concessione esclusivamente con servizio al tavolo;

  1. b) nei giorni feriali e festivi, a partire dalle ore 22,00 fino alle ore 07,00, il divieto di consumare bevande su area pubblica o privata ad uso pubblico, compresi parchi, giardini e ville aperte al pubblico

Per tutto quanto richiamato e considerato;

Visto l’art. 50 del  TUEL, approvato con D.Lgs. 267 del 18/08/2000,

ORDINA

La premessa costituisce parte integrante e sostanziale del presente atto.

La rettifica del primo punto dell’ordinanza sindacale n. 81  (prot. n. 14342) del 29 maggio 2020  con riformulazione integrale del predetto atto, come di seguito riportato:

ORDINA

dal 30 maggio 2020 e sino al 31/12/2020 salvo successive revoche o rinnovi in considerazione dell’evolversi della diffusione epidemiologica del virus Covid-19:

  1. a) nei giorni feriali e festivi, a partire dalle ore 22,00 e sino alle ore 07,00, il divieto posto a carico degli esercizi di cui all’art. 1 lett. ee) del D.P.C.M. del 17/05/2020 (servizi di ristorazione, tra cui “bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie” e, più in generale, di tutti gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, compresi i distributori automatici, di vendita di bevande per asporto, sia in forma fissa che in forma ambulante, rimanendo, invece, consentita, nel rispetto delle misure di sicurezza attualmente vigenti, la consumazione di bevande:

– solo all’interno dei pubblici esercizi in sede fissa;

– e all’esterno degli stessi, nelle aree in concessione esclusivamente con servizio al tavolo;

  1. b) nei giorni feriali e festivi, a partire dalle ore 22,00 fino alle ore 07,00, il divieto di consumare bevande su area pubblica o privata ad uso pubblico, compresi parchi, giardini e ville aperte al pubblico.

Visto che in data 29/05/2020 il Sindaco unitamente al Comando di Polizia Locale ha verificato:

– la generale inottemperanza da parte degli esercenti del commercio alimentare ambulante della inosservanza delle misure igienico sanitarie ed in particolare il posizionamento sul marciapiede pubblico di cassette contenenti alimenti offerte alla vendita;

– la generale inosservanza da parte dei titolari di autorizzazione all’esercizio del commercio su area pubblica in forma itinerante, dell’obbligo di esercitare l’attività in forma ambulante. E’ stato verificato, infatti,  che i suddetti commercianti stazionano in maniera permanente, anche in assenza di clientela, su spazi di area pubblica arbitrariamente scelti in quanto non inseriti nei vigenti strumenti di programmazione commerciale comunale.

Considerata la impossibilità di assicurare un costante controllo quotidiano che garantisca il rispetto delle norme igienico sanitarie e della normativa di settore.

ORDINA

con effetto immediato, la sospensione del commercio su area pubblica in forma itinerante su tutto il territorio comunale sino al 31/12/2020 e comunque sino alla scadenza del termine dello stato di emergenza da Covid-19.

DISPONE

che la presente ordinanza venga pubblicata sul sito istituzionale del Comune di Grottaglie e trasmessa per opportuna conoscenza a:

  • Prefettura di Taranto Settore Protezione Civile e Difesa Civile;
  • Questore della provincia di Taranto;
  • Comando provinciale dei Carabinieri;
  • Comando provinciale della Guardia di Finanza
  • Presidente della Giunta Regionale;
  • Servizio RegionaleProtezione Civile;

DEMANDA

al Commissariato di P.S. di Grottaglie, alla Stazione Carabinieri di Grottaglie e al Comando di Polizia Locale la vigilanza sulla esecuzione del presente provvedimento e gli atti consequenziali.

Avverso la presente Ordinanza Sindacale è ammesso il ricorso al TAR Puglia entro 60 giorni ovverio, in alternativa, ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro il termine di 120 (centoventi) giorni, decorrenti dalla scadenza del termine di pubblicazione all’Albo Pretorio.

Dispone la più ampia diffusione attraverso la pubblicazione sul sito web del Comune di Grottaglie.

Addì  29  maggio  2020

Il Sindaco

avv. Ciro D’Alò

 

 

Segreteria Gabinetto Ufficio del Sindaco

Ordinanza del Sindaco n. 82 del 29 maggio 2020. Emergenza Covid-19. Misure di contenimento del rischio di assembramenti e tutela del decoro delle aree pubbliche.

Ultimi articoli

Ambiente, Verde e Rifiuti 12 Luglio 2020

Grottaglie: raccolta differenziata dei rifiuti, dal 13 luglio 2020 inizia la distribuzione dei mastelli

Inizierà domani, lunedì 13 luglio, la distribuzione dei mastelli per la raccolta differenziata dei rifiuti “porta a porta” nel Città di Grottaglie.

Servizi ai cittadini 2 Luglio 2020

Prenotazione Servizi Demografici

Si comunica alla cittadinanza che a partire dal 06 luglio 2020 i sotto indicati servizi  saranno resi in determinati giorni e previa prenotazione .

Attività produttive 30 Giugno 2020

CHIUSURA UFFICIO

SI AVVISA CHE L’UFFICIO ATTIVITA’ PRODUTTIVE SARA’ CHIUSO NELLE ORE POMERIDIANE DI GIOVEDI’ 2 LUGLIO 2020.

torna all'inizio del contenuto